Comune di Cerea

Il sindaco interviene in merito ai recenti episodi intimidatori contro il consigliere Garziera e i profughi

Pubblicata il 22/02/2017

In riferimento ai due recenti episodi intimidatori avvenuti nei giorni scorsi nei confronti del consigliere Moreno Garziera e dei profughi ospitati ad Aselogna il sindaco Paolo Marconcini dichiara quanto segue: “Esprimo solidarietà sia al consigliere Garziera sia ai profughi e all’associazione che li ospita ad Aselogna per i due gesti intimidatori avvenuti di recente. Se questa Amministrazione da un lato è da sempre impegnata nel ricordare i fatti avvenuti durante l’eccidio delle Foibe e l’esodo dei nostri connazionali durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale e nel contempo ha già manifestato in modo chiaro la propria contrarietà alle politiche attuate dal Governo nazionale in merito all’immigrazione, dall’altro si oppone in modo chiaro e deciso a qualsiasi gesto di violenza e intimidatorio come gli ultimi accaduti. Pertanto mi sono da subito messo in contatto con il comandante della stazione dei Carabinieri di Cerea, il maresciallo Sabatino Ramolo, per essere informato su quanto avvenuto e per ricevere tutte le notizie in merito alle indagini in corso auspicando che vengano individuati al più presto i responsabili di tali atti”.