Comune di Cerea

Il 29 settembre al via il nuovo anno accademico dell’Università del Tempo Libero. 250 gli iscritti, un numero ancora in crescita.

Pubblicata il 08/09/2016

Mercoledì 7 settembre, in sala Giunta, in Municipio, via XXV Aprile a Cerea, si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione del nuovo anno accademico dell’Università del Tempo Libero, che avrà inizio il 29 settembre, con una lezione dedicata alla musica degli anni ’60 tenuta da Vito Lonardi, e che si terrà una volta alla settimana, il giovedì pomeriggio, alle 15.30, in Auditorium, via Cesare Battisti, 7, Cerea.
“L’Università riparte sotto la guida del nostro “rettore” Luigi Manfrin che collabora con noi fin dall’inizio del mio primo mandato e a cui abbiamo rinnovato anche per quest’anno la nostra fiducia. Un grazie anche all’Ufficio Cultura e al Comitato di collaboratori per il lavoro svolto in supporto a Manfrin. Il nuovo anno si caratterizza per un calendario ricco e variegato durante il quale saranno affrontati i temi più svariati e troverà spazio anche la nostra cultura ceretana con la storia di Cerea durante la Grande Guerra. Le lezioni saranno tenute come di consueto da relatori preparati e in grado di coinvolgere i presenti, tra i quali abbiamo deciso di dare ampio spazio ai giovani del nostro territorio. Resta invariata la quota da versare, di 20 euro, perché il nostro intento non è quello di fare cassa, ma di offrire a tutti la possibilità di partecipare e di fare gruppo, caratteristica che contraddistingue la nostra Università che, non a caso, è tra le più frequentate e con il maggior numero di iscritti” ha spiegato il sindaco Paolo Marconcini.
“Tra i temi che affronteremo” ha raccontato il rettore Luigi Manfrin “visiteremo la Napoli barocca con la sua “carità carnale”, tramite la spiegazione di Fabio Romano, parleremo del dolore inteso come sintomo o malattia, grazie all’ex primario Francesca Sordo e ancora spazio alla religione con don Diego Righetti e don Giuseppe Andriolo. Tre le uscite culturali in programma: a Mantova, al palazzo Ducale e alla Camera degli sposi, a Treviso – da Monet e Renoir a Van Gogh e Gauguin – e a Venezia, al ghetto ebraico e alla chiesa di san Sebastiano. Anche quest’anno possiamo vantare un ottimo risultato di presenze, con 250 iscritti, un numero che potrebbe crescere ancora in questi giorni”.
In programma anche il corso di inglese, base e di primo livello, e uno sulla Divina Commedia, a cura del professore Dante Clementi, con sei lezioni mensili da novembre ad aprile. La conclusione, prevista a maggio, sarà affidata al regista e attore Roberto Puliero.
Per informazioni si può rivolgersi in Biblioteca comunale, viale della Vittoria 20, telefono 0442 320494, e-mail biblioteca@cerea.net.